Sile

La mappa interattiva è disponibile anche a questo link

Sile

Ci troviamo lungo le sponde del Sile, il fiume di risorgiva più lungo d’Italia, precisamente al termine del Parco Regionale del Fiume Sile, che tutela un territorio che ha influito enormemente sulla nascita della civiltà e della cultura veneta.

La natura selvaggia, gli affascinanti scorci naturalistici e archeologici, ti permetteranno di immergerti nel vivere lento della campagna. La nostra stanza nella natura è circondata da un panorama di campi, canneti e corsi d’acqua.

Questa destinazione nasce dalla collaborazione con H Farm, che dal 2005 si impegna a diffondere la cultura dell’innovazione e a cogliere le opportunità legate alla trasformazione digitale. La H di “human” rivela la centralità dell’elemento umano e l’obiettivo di creare un ambiente innovativo che aumenti il benessere degli individui. Fin dall’inizio, H Farm investe nei giovani e nelle startup, dal 2013 affianca e guida le aziende nella trasformazione digitale. Nel 2016 è nato il programma “Education”, grazie al quale si è creato un network di scuole internazionali, un’università, programmi professionalizzanti e una comunità di studenti appassionati. Dal 2023 H Farm collabora con Zero, tra le più importanti realtà in Europa a occuparsi di vertical farming. Ispirandosi alla natura, i Future Farmers studiano e costruiscono applicazioni industriali avanzate per reinventare l’agricoltura, il settore alimentare, i prodotti farmaceutici e i biomateriali. 

All’interno del campus vi sono 5.000 mq all’aperto e 1.600 mq coperti tra campi di tennis, padel, calcio, rugby, beach volley, baseball, BMX, skateboard e molto altro. Nel campus potrai trovare 5 ristoranti e diversi bar.

Grazie alla nostra partnership con Komoot (sito che permette di pianificare le escursioni nella natura) abbiamo creato delle raccolte delle nostre escursioni preferite da fare a piedi oppure in bici.

In queste raccolte potrai trovare informazioni su lunghezza, tempo di percorrenza, dislivello, traccia gpx, tipo di terreno, livello di difficoltà e highlights (luoghi più amati dalla community di Komoot).

🚶→ Raccolta escursioni 

🚲 Raccolta tour in bicicletta

A questo link, invece trovi tutte le escursioni possibili nel raggio di 30 km dal comune in cui ci troviamo.

Oltre ai consigli di Komoot, ti suggeriamo anche questi percorsi:

 

La Restera e il Cimitero dei Burci

La Restera è la strada che corre lungo gli argini del Sile. In passato rappresentava il percorso per uomini ed animali addetti al traino dei burci, le classiche imbarcazioni a fondo piatto utilizzate per il trasporto fluviale. Oggi, la Restera è un percorso ciclopedonale che segue il corso del fiume Sile, partendo da Jesolo fino ad arrivare a Treviso (52 km totali). 

A Casier si trova l’affascinante Cimitero dei burci, custode delle antiche imbarcazioni abbandonate qui nel corso del XX secolo. 


La greenway del Parco del Sile

Il nostro alloggio si trova al termine di questo corridoio ecologico che attraversa tutto il Parco Regionale del Sile. Avrai l’opportunità di percorrere 125km di tracciati dedicati alla mobilità lenta. Questa zona è ricca di percorsi ciclabili, a piedi e in barca.

Trovi maggiori informazioni qui: Greenway


L’anello dei Borghi Fluviali

L’itinerario si snoda tra i più significativi borghi fluviali affacciati sul Sile: Lughignano di Casale sul Sile, Casale sul Sile, Quarto d’Altino, Musestre di Roncade, Cendon di Silea. La storica strada romana “Via Claudia Augusta” parte da Altino, attraversa Quarto d’Altino, congiunge Musestre con il territorio di Silea per proseguire verso nord ed è prevalentemente percorribile a piedi ed in bici.

Per l’itinerario: Borghi Fluviali


La città sepolta di Altino

Il percorso della Memoria, da fare in bici oppure a piedi,  si snoda tra i resti della Città Sepolta, cioè le rovine di una città nata ancor prima di Venezia.

Il percorso di circa 15,3 km permette di ammirare scavi archeologici, casini di caccia e i tanti scenari del tipico paesaggio naturale. Lepri e animali selvatici popolano la zona in cui si estende la via Claudia Augusta, alla fine della quale si erge un incredibile pioppo secolare.

Qui trovi tutte le informazioni utili: Percorso della memoria

Il Castello di Roncade

Il Veneto nasconde delle vere e proprie perle uniche al mondo come il Castello di Roncade, che rappresenta una delle più spettacolari testimonianze della cultura rurale veneziana. Questa struttura, infatti, è un meraviglioso complesso rinascimentale, nonché l’unica villa veneta pre-palladiana cinta da mura. La villa, a forma di fortezza, fu costruita tra fine del ‘400 e l’inizio del ‘500.

Villa Giustinian, ora di proprietà della nobile famiglia Ciani Bassetti, è visitabile ed è possibile abbinare una degustazione di vini al tour.

Di fronte al castello si trova il Monumento ai Caduti (1924), importante opera dello scultore Libero Andreotti. Per maggiori informazioni: Castello di Roncade

 

Oasi Naturale di Trepalade e il Centro di Educazione Ambientale “Airone”

All’interno dell’Oasi di proprietà del comune di Quarto d’Altino, la vegetazione ha potuto crescere spontanea e rigogliosa trasformando il luogo in uno degli ultimi lembi rimasti nella campagna veneta di un tempo, quando la coltura intensiva ancora non esisteva.

Al Centro di Educazione Ambientale “Airone”, grazie alla presenza di voliere, si potranno osservare le varie fasi della vita degli uccelli: i corteggiamenti, la preparazione dei nidi, l’allevamento, lo svezzamento della prole e l’involo. Si potranno riconoscere i volatili presenti sia grazie al loro canto sia che con l’ausilio di schede monografiche poste all’ingresso di ogni settore.

 

La laguna di Caorle e i casoni

La laguna di Caorle, tanto amata da Ernest Hemingway, è un’area naturalistica protetta da scoprire per la sua flora, per i moltissimi uccelli migratori e stanziali censiti (oltre 280 specie tra cui l’anatra, il tarabusino, l’airone rosso, la folaga, il tuffetto e il germano reale) e per la varietà di pesci.

In passato era qui che vivevano i pescatori con le loro famiglie, nelle tipiche abitazioni in legno e canna palustre dette casoni, visibili ancora oggi. La laguna e durante l’estate è visitabile a bordo di imbarcazioni turistiche che, oltre ad un suggestivo percorso fra canali e terre emerse, spesso fanno soste che permettono di visitare anche i casoni!

 

Lio Piccolo

Lio Piccolo è un grazioso borgo immerso in un ambiente unico al mondo per paesaggio, ricchezza dell’ecosistema e antiche tradizioni locali. Lio Piccolo è l’insediamento più antico della zona ed è circondato dalle “valli da pesca”, ovvero dalle aree lagunari che sono state adibite a zone di pesca sin dall’anno Mille. E’ possibile visitare il borgo lagunare in bici, in barca o in canoa, un’opportunità unica per connettersi sia con la terra che con l’acqua. Per info: Lio Piccolo


Per maggiori informazioni: Parco Regionale del Sile

Immergersi nella Natura e ascoltare i suoi suoni è il modo migliore per rigenerare corpo e mente e vivere a pieno l’esperienza alla base del progetto Friland.

SOLO QUI POTRAI:

  • Osservare gli animali della campagna al chiaro di luna.
  • Assaggiare le prelibatezze della cucina tipica veneta.
  • Navigare il fiume Sile in canoa, in una piccola imbarcazione ecologica a trazione elettrica o ancora, affittando una houseboat per una escursione in tutta libertà. 
  • Pedalare lungo l’argine vicino alle calme acque del fiume.
  • Perderti tra le vie degli antichi villaggi lagunari.
  • Entrare in contatto con la vita degli squeraroli del passato al Cimitero dei Burci.
  • Scoprire l’isoletta di Villapendola.
  • Rilassarti passeggiando tra le fronde delle “Restere”, le antiche vie lungo le quali i buoi trainavano i burci.
  • Incontrare i Signori del fiume: folaghe, tuffetti, germani reali e cigni. 
  • Fermarti ad ammirare l’eleganza delle Ville venete.
  • Le Clementine: Max Alajmo propone una declinazione di cucina di campagna che faccia sempre più affidamento sull’approvvigionamento di ortaggi dall’orto, posto a fianco al ristorante. Anche la laguna, con la sua ricca biodiversità, è protagonista di molti piatti sia con elementi vegetali sia ittici. Per maggiori informazioni: Le Clementine
  • Amor: AMOR è un locale fast casual nel cuore del Campus di H-FARM. L’offerta gastronomica è incentrata sulla pizza al vapore brevettata da Max Alajmo ma comprende anche hamburger, hot dog, insalate e preparazioni per la colazione. La proposta si caratterizza per semplicità e genuinità degli ingredienti, leggerezza e importanza del gusto, offrendo agli ospiti la possibilità di trascorrere una pausa veloce ma al contempo gratificante e salutare. Per informazioni: Amor
  • Love: A Roncade, una pizza digeribile e leggera prodotta con presidi slow food, igp, dop e a kilometro zero. Al piatto principale vengono accompagnati dei ricercati cocktail. Dai un’occhiata qui: Love
  • Wood 55: A Casale sul Sile questa birreria steakhouse propone panini, carni di qualità e piatti tipici della tradizione. Per prenotare: Wood 55
  • Locanda Portegrandi: Nelle proposte culinarie la carne la fa da padrona, ma non mancano i piatti della tradizione, gli hamburger con ingredienti del territorio, i cicchetti sfiziosi che accompagnano i drink del nostro cocktail bar. Trovi le informazioni utili qui: Locanda Portegrandi
  • Ristorante Ca’ delle Anfore: Un ristorante incantevole immerso nel verde. Per informazioni: Ca’ delle Anfore
  •